Articoli

Natale 2015

Un'iniziativa speciale in vista del Natale

per tutti i bambini e ragazzi

dalla 1a elementare alla 3a media:

da non perdere!

 

 

 

 

 

Vi aspettiamo alle prove!

 

IL CORO

Il coro è un prezioso accompagnamento alla liturgia domenicale, qualcuno dice che “cantando bene si prega due volte”.

In parrocchia sono presenti due corali: il coro femminile e il coro dei giovani.

Il coro femminile è composto da ragazze, donne e signore che sotto la direzione di Marta, Elena e Beatrice all’organo e alle tastiere con costanza si ritrovano ogni lunedì sera (dalle 20.30 alle 22.30) presso la canonica per provare e cantare insieme canzoni appartenenti ad un repertorio prevalentemente tradizionale e popolare. 

Solitamente il coro canta una domenica al mese durante la Santa Messa e spesso accompagna le celebrazioni funebri.

 

 

 

Il coro dei giovani è composto da bambini, ragazzi, giovani e genitori che allietano la celebrazione grazie all’aiuto e direzione di Flavia, Giuseppina e Sara. 

Il coro si ritrova per le prove la domenica mattina alle 10 insieme agli strumentisti (chitarre, flauto, percussioni, pianole e violino).

 

 

 

Per chi avesse voglia di cantare e suonare e volesse unirsi ai cori, può presentarsi alle prove e sarà accolto a braccia aperte!

 

 

Libretto canti 2015

Per tutti coloro a cui piace accompagnare la liturgia pregando-cantando e che desiderano leggere i testi delle canzoni e cantare non solo durante la Santa Messa.

Ecco a voi il libretto dei canti da poter scaricare.

Per i momenti di preghiera: atto penitenziale, credo, preghiera eucaristica

 
      indice
 
      canzoniere

Coro femminile in tournèe - aprile 2015

In tournée!

La proposta meritava da parte nostra un’accoglienza forse un po’ più calorosa, ma il primo pensiero è stato certamente per i numerosi impegni familiari e professionali che ognuna di noi ha. Tramite Nella Dosso, i frati Carmelitani Scalzi del Monastero Santa Croce di Bocca di Magra invitavano il coro femminile di Santa Margherita a trascorrere un fine settimana presso di loro.

L’entusiasmo e l’organizzazione di Nella (che ha provveduto veramente a tutto e di questo le siamo immensamente grate) hanno vinto ogni residuo briciolo di resistenza e, fissata la data, noleggiato il pullman, esteso l’invito alla comunità parrocchiale, preparato il repertorio canoro per la liturgia domenicale, siamo partiti. Giunti a destinazione la sera del 10 aprile, nonostante il buio, avevamo compreso dalla presenza del mare, dalle luci attorno a quella che era certamente una baia, che il luogo era di grande bellezza. Al mattino, infatti, spalancando la finestra della camera, siamo rimasti ammutoliti.  Ai piedi del promontorio del monastero il fiume Magra faceva silenziosamente il suo ingresso nel mar Ligure, la costa in questo tratto bassa e sabbiosa formava un’ampia insenatura e sullo sfondo la maestosa catena delle bianche Alpi Apuane scintillava al sole.

La giornata di sabato è stata interamente dedicata alla visita di Lerici con i suoi caratteristici vicoli e l’imponente castello posto a guardia del promontorio e Portovenere, antico borgo marinaro sorto in un aspro scenario naturale con scogliere a strapiombo sul mare. Qui abbiamo raggiunto la chiesa di San Pietro, situata proprio sulla punta del promontorio (nell’antichità vi sorgeva un tempio dedicato a Venere, che ha dato il nome al sito), sostato in preghiera e intonato con grande emozione un canto in friulano alla Madonna. Sulla strada del ritorno al monastero abbiamo fatto una breve tappa per acquisti enogastronomici di produzione locale, grazie ai consigli e suggerimenti del signor Francesco che è stato una preziosa guida per l’intera giornata.

Anche la domenica ci ha regalato una gradevole giornata di sole. Abbiamo partecipato alla Santa Messa, animato la liturgia con i nostri canti e successivamente, guidati da Padre Paolo, abbiamo visitato l’immenso parco che circonda il monastero. Abbiamo così appreso che Santa Croce deve il suo nome a uno splendido crocifisso ligneo - per altro uno dei rari esempi di crocifisso togato - risalente all’anno mille circa e attualmente ubicato nella cappella seicentesca costruita a restauro del diroccato monastero, i cui resti resistono ancora al tempo, anche se modificati nei secoli. Lasciando la cappella i nostri solerti “aiutanti-aspiranti sacrestani” hanno fatto scattare l’allarme, nell’apprezzabile tentativo di “studà le lus”.

Pranzo, un canto di commiato e nuovamente sul pullman per il rientro. Abbiamo ricevuto un’accoglienza straordinaria, alloggiato in camere semplici e pulite, mangiato benissimo, il tutto offerto con simpatia e cordialità. Ci sentiamo pertanto di spendere due parole a favore di questa “Oasi dello Spirito”. La principale struttura della proprietà è la Casa di Spiritualità, che ospita a pensione completa per tutto l’anno sia per vacanze di singoli che per gruppi spirituali e non. Dislocati nel parco le case-chalet in autogestione per piccoli gruppi parrocchiali o familiari danno la possibilità di una permanenza a basso costo, in una regione, “la Lunigiana”, che anche da un punto di vista turistico offre moltissimo. Bocca di Magra, infatti, si trova in una posizione privilegiata per chi vuole spaziare tra la Riviera di levante (le Cinque Terre), la Val di Magra e l’alta Toscana, trovandosi proprio al centro di questo triangolo geografico ricco di borghi millenari, meraviglie naturali, sapori e tradizioni.

Un vivo ringraziamento a tutti i partecipanti che con la loro disponibilità, allegria - ci siamo proprio divertiti - hanno reso indimenticabile questa gita.

 

Per chi fosse interessato

Convento Santa Croce – Carmelitani Scalzi

Via Santa Croce 30 - 19030 Bocca di Magra SP

Tel.0187/60911       www. monastero santa croce.it          Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

                 

Concerto di Natale 2014

Quest’anno invece del tradizionale concerto di Natale è stato scelto di valorizzare l’aspetto del canto durante le celebrazioni. Con impegno dei cantori (bambini, giovani ed adulti), dei musicisti (arpa, chitarre, flauto, tastiere, percussioni e violino) e della giovane direttrice Sara…tutti insieme hanno dato vita ad una celebrazione davvero speciale. Tutto questo è stato “animato” da qualcosa o meglio “qualcuno” di grande che ha motivato tutti dal cuore: l’Amore che Dio sceso tra noi.

 

Testimonianza dal coro

“Io non canto perché sono felice. Sono contento perché canto”. 

James

Fare parte di un coro è qualcosa di grandioso. È un’esperienza che riempie il cuore e ti rende parte di un tutto in continua evoluzione, di un’espressione suprema di amore e condivisione.

Creare questo tipo di realtà è semplice e complesso allo stesso tempo: semplice perché siamo naturalmente portati a cercare il contatto con gli altri, ad avere voglia di incontrarci e di stare insieme. Complesso perché tutto questo richiede impegno, generosità, coesione e costanza. Io ho la fortuna di far parte di due realtà corali all’interno della nostra comunità e, devo dire con orgoglio, che una di esse ha raggiunto un livello tale di affiatamento fra le persone che lo compongono e di approfondimento dal punto di vista tecnico-musicale da farmi sentire davvero parte di qualcosa di grande.

Diventare parte di un coro è un percorso che a mio parere getta le radici nella prima infanzia. È proprio per questo motivo che, da due anni a questa parte, si sta tentando di proporre nella nostra parrocchia esperienze corali che abbiano come protagonisti i bambini.

Chi ha avuto occasione di partecipare alle messe della notte di Natale e del 6 gennaio avrà di certo notato qualcosa di “strano”: rispetto al solito, ci sono stati due momenti in particolare nei quali i bambini hanno avuto spazio per loro ed hanno potuto esprimersi attraverso il canto e la danza. Al di là della performance, certamente intrisa di emozione e con qualche piccola “sbavatura”, avrete sicuramente notato i visi di questi bimbi, visi sorridenti, emozionati, compiaciuti, concentrati. A mio parere un vero spettacolo, una panacea per il cuore.

Dietro a tutto questo ci sta la volontà di dare l’opportunità a questi bambini di essere e vivere la comunità attraverso il canto e la musica, di condividere, di fare “famiglia”, creando una rete di rapporti umani autentici di aiuto, consiglio, supporto, di famiglie che collaborano e si mettono in gioco per i loro figli.

I bambini sono il nostro futuro, è necessario farli crescere in un terreno fertile, ricco di ciò di cui hanno bisogno e nutrito dal nostro esempio concreto, che va al di là delle tante belle parole che spesso pronunciamo. Un esempio fatto di buona volontà e voglia di sperimentare insieme, mano nella mano, legati da un obiettivo comune. È per questi motivi che l’esperienza corale di questi bambini non finisce qui, ma continuerà per essere e fare ancora comunità.

Un invito speciale a tutti i nuovi piccoli coristi che vorranno unirsi a noi… vi aspettiamo a braccia aperte.

 

“Il segreto del canto risiede tra la vibrazione della voce di chi canta ed il battito del cuore di chi ascolta”.

K. Gibran

 

Testimonianza di una mamma che si è messa in gioco

Anche quest'anno mi è stata " regalata" l'opportunità di far qualcosa assieme ai bambini e ai genitori della parrocchia per rendere il Natale e l'Epifania ancora più sentiti e vissuti. Si, ci siamo impegnati Alice, Elena, i bambini, le mamme e i papà ed io per una messa diversa… Che bello! Che emozione! Quella sera e ancor più all'Epifania!... La danza sulla canzone Ma navu è per me la via privilegiata per "parlare, sentire e trasmettere" le emozioni profonde agli altri e in questo caso alla comunità oltre che direttamente al Signore...

Provare e lavorare con i bambini su questa danza con origini, tradizione e una musica antica, mi ha allo stesso tempo divertito( le cose fatte con il divertimento sono quelle che si apprendono e fanno meglio), impegnato e dato moltissssssima soddisfazione: piacere nell'insegnare una "cosa" difficile, non conosciuta, soddisfatta nel vedere e sentire la partecipazione dei bambini, il loro impegno. Non è sempre stato facile: qualche prova così cosi, qualche momento di "sconforto" (e Alice ne sa qualcosa!), ma loro, i nostri bambini sono una Forza sicura, presente e per fortuna , alle volte riescono anche a mitigare le ansie di noi grandi, dimostrando che con il sorriso, e la semplicità si arriva…lontano!

Grazie a TUTTI: i genitori, il coro, l'arpista, il violinista, Alice, Elena,..Flavia (per il supporto da dietro le quinte..)...e soprattutto ai..." miei" bambini...: Agnese, Alessandra, Anna, Arianna, Bianca, Caterina, Dalia, Emma, Giorgia, Matteo, Matteo, Miriam, Simone e Valentino.

 

testo Ma Navu

(canto ebraico che ha accompagnato l'offertorio durante la Santa Messa)

 

Ma Navu al heharim

raglei hamevaser. (x2)

Mashmia yeshua,

mashmia shalom. (x2)

 

 

Traduzione del testo del canto: 

Quanto sono piacevoli, sulle montagne,
i passi del messaggero di buone notizie. (x2)
Annunzia la liberazione
annunzia la pace. (x2)

(Isaia cap. 52:7)

 

Eventi

Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
08:30
08.30 - 12.30 14.00 - 18.00
18:00
Chiesa di Moruzzo
Data :   1 Dicembre 2019
2
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :   2 Dicembre 2019
3
16:30
Casa di riposo Zaffiro
Data :   3 Dicembre 2019
4
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :   4 Dicembre 2019
5
08:30
Chiesa di S.Tommaso a Torreano
20:30
Canonica S. Margherita e nelle case
Data :   5 Dicembre 2019
6
7
14:00
14.00 - 19.30
15:00
Comunità Emet di Torreano
Famiglia spirituale
18:30
Chiesa di Santa Margherita del Gruagno
Data :   7 Dicembre 2019
8
08:30
08.30 - 12.30 e 14.00 - 18.00
09:00
Oratorio di S. Margherita
Incontro dedicato ai genitori dei ragazzi di 3° - 4° - 5° elementare e 1°media (con Santa messa). Relatore Padre [...]
11:00
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
18:30
Chiesa di Santa Margherita del Gruagno
Data :   8 Dicembre 2019
9
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :   9 Dicembre 2019
10
16:30
Casa di riposo Zaffiro
Data :  10 Dicembre 2019
11
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :  11 Dicembre 2019
12
08:30
Chiesa di S.Tommaso a Torreano
20:30
Canonica S. Margherita e nelle case
Data :  12 Dicembre 2019
13
20:30
Chiesa di Nogaredo
Per tutta la Collaborazione Pastorale
Data :  13 Dicembre 2019
14
14:00
14.00 - 19.30
15:00
Cappella canonica S.Margherita
18:30
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
Data :  14 Dicembre 2019
15
08:30
08.30 - 12.30 14.00 - 18.00
11:00
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
15:00
Oratorio S.Margherita
Incontro rivolto a tutta la comunità
15:30
Cappella canonica
Data :  15 Dicembre 2019
16
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :  16 Dicembre 2019
17
16:30
Casa di riposo Zaffiro
Data :  17 Dicembre 2019
18
08:30
cappella canonica S.Margherita
09:00
Chiesa di S. Margherita del Gruagno
Data :  18 Dicembre 2019
19
08:30
Chiesa di S.Tommaso a Torreano
20:30
Canonica S. Margherita e nelle case
Data :  19 Dicembre 2019
20
21
11:00
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
Anche quest’anno vogliamo proporre nel tempo di Avvento l’esperienza del pacco dono (cercate i volantini verdi in [...]
15:00
Cappella canonica S.Margherita
18:30
Chiesa di Santa Margherita del Gruagno
Data :  21 Dicembre 2019
22
11:00
Chiesa di S. Margherita del Gruagno
11:00
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
Anche quest’anno vogliamo proporre nel tempo di Avvento l’esperienza del pacco dono (cercate i volantini verdi in [...]
15:30
Cappella canonica S.Margherita
Data :  22 Dicembre 2019
23
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :  23 Dicembre 2019
24
09:30
Cappella canonica S.Margherita
16:00
Torreano di Martignacco
22:00
S. Margherita del Gruagno
Data :  24 Dicembre 2019
25
11:00
S. Margherita del Gruagno
Data :  25 Dicembre 2019
26
08:30
Chiesa di S.Tommaso a Torreano
20:30
Canonica S. Margherita e nelle case
Data :  26 Dicembre 2019
27
28
18:30
Chiesa di Santa Margherita del Gruagno
Data :  28 Dicembre 2019
29
11:00
S. Margherita del Gruagno
Data :  29 Dicembre 2019
30
08:30
cappella canonica S.Margherita
Data :  30 Dicembre 2019
31
00:00
alle ore 24.00
16:30
Casa di riposo Zaffiro
18:30
Chiesa di S.Margherita del Gruagno
Data :  31 Dicembre 2019

Accesso Utenti